Tweet about this on TwitterShare on FacebookGoogle+

Sergio Cofferati

Focus On

RICONOSCIMENTO DELLE UNIONI REGISTRATE, LA COMMISSIONE DEVE PRESENTARE UNA PROPOSTA

Nel Luglio di quest’anno abbiamo approvato il regolamento sulla circolazione dei documenti pubblici tra gli Stati membri, che prevedeva il reciproco riconoscimento e la semplificazione nello scambio di documenti ufficiali all’interno dell’UE. Si trattava di un provvedimento estremamente importante per rendere effettiva la libera circolazione dei cittadini europei. Il regolamento non includeva infatti il riconoscimento degli atti di stato civile, includendo tra questi anche le unioni registrate.

Avevamo chiesto allora alla Commissione di provvedere a una seconda proposta specifica su questa materia. Proposta che però non è ancora arrivata. Su questo tema peraltro la Commissaria Jourova è stata anche sollecitata ancora prima della sua nomina e già allora la Commissione aveva annunciato l’inizio dei lavori preparatori.

Adesso il Parlamento Europeo ha deciso di sollecitare ulteriormente la proposta, che evidentemente tarda ad arrivare per motivi politici e non tecnici. Per questo abbiamo promosso, come Commissione affari giuridici, un’interrogazione orale per chiedere alla Commissione se effettivamente intende portare avanti questa proposta e se questa includerà anche le unioni registrate.

È questo per noi un aspetto fondamentale per assicurare che la libertà di circolazione non sia soltanto un diritto in sé, ma che assicuri anche l’effettiva trasferibilità dei diritti da uno stato membro all’altro.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookGoogle+