Tweet about this on TwitterShare on FacebookGoogle+

Sergio Cofferati

Focus On

PRODOTTI PIÙ DURATURI E FACILI DA RIPARARE

Il Parlamento Europeo ha approvato una Risoluzione non legislativa per promuovere prodotti con un ciclo di vita utile più lunga dell’attuale in particolare per contrastare la cosiddetta obsolescenza programmata in prodotti tangibili e software, con l’obiettivo di ottenere vantaggi per le imprese e i consumatori.

Secondo la Risoluzione votata dagli europarlamentari, la Commissione, gli Stati membri e i produttori dovrebbero garantire che i consumatori usufruiscano di prodotti duraturi e di alta qualità e che possano essere facilmente riparati, attraverso una serie di misure quali l’introduzione di un criterio di resistenza minima per ciascuna categoria di prodotti fin dalla fase di progettazione; una definizione a livello UE di “obsolescenza programmata” e un sistema in grado di testare e rilevare l’obsolescenza incorporata nei prodotti, insieme con adeguate misure dissuasive per i produttori; una garanzia estesa qualora la riparazione durasse più di un mese.

Il Parlamento invita poi la Commissione a considerare un’etichetta europea volontaria che indichi elementi quali la durabilità, la progettazione ecocompatibile, le possibilità di modulazione dei componenti per accompagnare il progresso del prodotto e la riparabilità.

Il Parlamento Europeo chiede infine incentivi adeguati da parte degli Stati membri per promuovere prodotti durevoli, di elevata qualità e riparabili, incoraggiando la riparazione e la vendita di seconda; per favorire la possibilità di recarsi presso un riparatore indipendente e per avere i pezzi di ricambio essenziali per il corretto e sicuro funzionamento dei prodotti disponibili ad un prezzo commisurato alla natura e alla durata di vita del prodotto.

Leggi il testo della Risoluzione approvata.

 

Tweet about this on TwitterShare on FacebookGoogle+