Tweet about this on TwitterShare on FacebookGoogle+

Sergio Cofferati

Focus On

DIGITALIZZAZIONE DELLE INDUSTRIE IN EUROPA: APPROVATA A LARGA MAGGIORANZA L´OPINIONE IN IMCO

Lunedì 6 febbraio la Commissione per Mercato Interno e per la Protezione dei Consumatori (IMCO) ha approvato con 30 voti a favore ed uno solo contrario l’Opinione sulla Digitalizzazione delle Industrie in Europa per la quale sono relatore.La Commissione Europea ha presentato ad Aprile 2016 una Strategia per la digitalizzazione dell’industria insieme ad altre comunicazioni riguardanti il mercato unico digitale (clouds, piattaforme, economia collaborativa, standardizzazione, etc.).

La digitalizzazione delle imprese e dell’economia sta modificando profondamente ed in maniera crescente i rapporti economici, i modelli di business e le relazioni sociali, all’interno ed all’esterno dei luoghi di lavoro. L’importanza e la crescente pervasività di questo processo sono tali che molti parlano di una quarta rivoluzione industriale.

Questo processo coinvolge fortemente il mondo industriale, che sta attraversando un processo di digitalizzazione, in maniera differenziata in base a dimensione delle imprese, aree geografiche e settori. Ci sono stati fino ad oggi sforzi differenti a livello nazionale per affrontare questi temi, ma è mancata una strategia europea, che coordinasse e indirizzasse le iniziative nazionali.  L’Opinione della Commissione IMCO, che ho coordinato, accoglie favorevolmente la strategia proposta dalla Commissione, sottolineando però diversi aspetti su cui l’iniziativa europea dovrebbe concentrarsi e che sono stati in parte trascurati, a partire dagli effetti sociali della digitalizzazione.

Anzitutto abbiamo messo in luce le sfide che la digitalizzazione pone dal punto di vista delle condizioni di lavoro e della disponibilità dei posti di lavoro ed la assoluta assenza di analisi da parte della Commissione su questo tema e si chiede il coinvolgimento dei partner sociali di riferimento. Abbiamo sottolineato inoltre la necessità di avanzare in maniera ambiziosa ed efficace su interoperabilità e standardizzazione e promuovere standard aperti e l’accesso ai brevetti essenziali per le norme tecniche a condizioni eque, ragionevoli e non discriminatorie (i cosiddetti standard FRAND). L’Opinione richiede poi alla Commissione Europea di chiarire le regole relative ai sistemi autonomi come le macchine autonome e i droni, con particolare attenzione su sicurezza, responsabilità in caso di incidente e condizioni per i test di prova.

Per quanto riguarda la protezione dei dati, abbiamo sottolineato la necessità di proteggere i dati personali dei consumatori e dei lavoratori. Un ultimo punto che abbiamo sottolineato riguarda la richiesta di maggiore impegno nella formazione e nella educazione sui temi digitali, per dare ai lavoratori ed ai cittadini europei gli strumenti e le capacità necessaria a cogliere le opportunità offerte dalla digitalizzazione.

Qui il link all’Opinione approvata (EN).

Qui il link alla Strategia della Commissione Europea.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookGoogle+